Casa di Babbo Natale della G.O.D.

Foto ScattoMatto - SuteraQuest'anno Babbo Natale ha fatto tappa a Sutera, in una Casa piena di balocchi e peluche resa gioiosa da folletti operosi e indaffarati. Con la collaborazione di ben due segretarie, Babbo ha potuto distribuire caramelle e regalini a tutti i bimbi che hanno visitato la sua casetta arredata di tutto punto. Nel ringraziare Babbo Natale per la sua presenza all'interno dell'iniziativa del Presepe Vivente suterese, i bambini pił intraprendenti, spontaneamente, hanno espresso i seguenti desideri, certi che Babbo Natale non li avrebbe delusi:
Eleonora Tulona, "Caro Babbo Natale, fa che la guerra finisca"
Alice Mancuso, (Calascibetta) "Caro Babbo Natale porta la pace nel mondo"
Deborah Giovino, (Mussomeli) "Caro Babbo Natale, io per Natale vorrei che nel mondo ci fosse la pace. Grazie"
Corinne Spoto, (Campofranco) "Caro Babbo Natale vorrei la pace"
Ilenia Cacciatore e Mariella Orlando, (Sutera) "Caro Babbo Natale fa guarire la nonna"
Martina Raimondi, "Caro Babbo Natale porta pace e amore nel mondo"
Giusi Nalbone, "Caro Babbo Natale fa che il Natale porti pace e amore nel mondo"
Maria Rita Dell'Aira, "Vorrei che tutti i defunti che sono in cielo riposassero bene"
Serena Amico, (Caccamo) "Al posto dei regali vorrei che Babbo Natale facesse finire la guerra"
Elisa, "Vorrei che tutte le persone stessero bene"
Roberto Provenzano, "Vorrei che Babbo Natale arrivasse nei paesi poveri"
Cinzia Incorvaia, "Vorrei che finisse la povertą e che nel mondo ci fosse la pace"
Maria Antonietta, "Vorrei che nel mondo ci fosse tanta pace"
Walter Incorvaia, "Vogliamo la pace e non la guerra"
Casa di Babbo NataleMartina Chiparo, (Sutera) "Vorrei che tutti i bambini del mondo avessero i giocattoli"
Raimondo Pardi, (Sutera) "Vorrei che la guerra non ci fosse pił"
Anonimo, "Vorrei un fratellino nuovo"
Anonimo, "Vorrei una Jeep con il cannone ... per tutti i bambini del mondo"
Alessia Mattina, (Sutera) "Vorrei che i bambini del mondo avessero da mangiare"
Lucrezia Alongi, (Sutera) "Vorrei che finisse la guerra"
Marco Vitellaro, (Sutera) "Caro Babbo Natale vorrei che fosse sempre Natale"
Antonino Cannariato: Caro Babbo Natale auguro a tutti un buon anno.
Salvatore Schillaci (Casteltermini): Caro Babbo Natale, per Natale ti chiedo la pace nel mondo.
Lucia Diliberto (Milena): Caro Babbo Natale, auguro a tutti Buon Anno.
Roberta Diliberto (Mussomeli): Caro Babbo Natale, auguro di passare con gioia tutte le feste, spero che la mia famiglia non si ammali.
Dalila Biancheri (San Cataldo): Caro Babbo Natale, voglio come regalo la pace nel mondo.
Davide Nucera (Mussomeli): Caro Babbo Natale, io ti voglio tanto bene e sono stato molto buono e ti prego di augurarmi un Buon Natale.
Babbo Natale (Nuccio Nola) ha ricevuto tutti i bambini il giorno di Natale e di Santo Stefano e insieme con le sue segretarie (Laura Noto e Simonetta Patella) farą di tutto per far giungere i messaggi dei bambini al vero Babbo Natale sł in Lapponia. Il giorno 30 dicembre sarą di nuovo nella sua casetta di Sutera a ridosso del Presepe Vivente per accogliere i bambini ritardatari sempre con le sue caramelle e i suoi regalini. Gli operosi folletti impegnati nella riuscita dell'iniziativa sono i figli dei soci della "G.O.D." che, gią in tenera etą, vengono coinvolti nelle divertenti attivitą dei genitori e sono: Emanuele Alongi, Lucrezia e Alessandro Alongi, Martina Chiparo, Michelangelo e Giuseppe Landro, Alessia Mattina, Paolino, Mattia e Chiara Pardi, Raimondo Pardi, Salvatore Scibetta, Marco Vitellaro.
I tre Folletti "Grandi" sono Angelo Alongi, Giusi Mattina e Angela Tona.
L'Associazione "Gruppo Onuri e Dignitą", nell'augurare un sereno anno nuovo, ringrazia tutti i visitatori della Casa di Babbo Natale e della postazione del Presepe Vivente "La putia" dove ha distribuito i tradizionali ceci bolliti serviti caldi caldi con olio d'oliva locale facendo rivivere l'atmosfera e i sapori delle antiche osterie.

Pino Chiparo
EMail: pinochipCHIOCCIOLINAlibero.it

Elenco News